Enjoy the green side of life

Vellutata di zucca e latte di cocco

Scrivere un post a sera inoltrata dopo una lunga giornata iniziata quando ancor  il cielo era buio non è semplicissimo, ma ormai ho imparato a ottimizzare il tempo che riesco a ritagliarmi e approfitto di ogni secondo per “fare” qualcosa, sbagliando alla grande perché so benissimo che servono anche dei momenti di stacco completo e di “nulla”, per ricaricare le batterie e ritrovare le giuste energie necessarie ad affrontare le giornate una dopo l’altra.

Settembre ci sta regalando giornate che poco per volta si accorciano, basta prestare attenzione a quando ci si alza al mattino e non c’è più la luce calda estiva, ma inizia a essere una luce fredda che fa già venire voglia di girarsi nel letto e crogiolarsi fino al suono della sveglia, che nel mio caso solitamente è un piede in faccia! Le sere si fanno sempre più corte e anche se aspettavo davvero questi momenti, veder scendere il sole così presto mi fa sentire in ritardo sempre e comunque con tutte le cose che dovrei fare, per non parlare di quelle che vorrei fare così mi limito semplicemente a fare quello che devo lasciando terribilmente in sospeso tutto il resto sapendo benissimo che anche le mie di giornate sono composte solo da 24 cortissime ore. ( parleremo nei prossimi giorni di quello che viene definito “carico mentale“)

Ci sono giorni in cui mi alzo e so già che avrò bisogno di tantissima pazienza per arrivare di nuovo alla fine della giornata e semplicemente potermi rimettere a letto in tutta pace, e ci sono giorni in cui riesco ad affrontare quello che mi si para davanti come fossi una leonessa, forte e fiera e approfitto di quelle giornate per riuscire a portare avanti più impegni possibili sfruttando la mia “luna buona” o la luna buona di Tommy.

Nel portarmi avanti, la parte che riguarda  i pasti: cerco di essere sempre organizzata e avere sempre sempre sempre qualche avanzo pronto in frigo “che non si sa mai”, oppure come vi dicevo anche lunedì a proposito del Cous Cous Speziato, cuocio una porzione in più di cereali o legumi come base per poter costruire pasti diversi con gli stessi ingredienti di partenza e soprattutto quando preparo delle vellutate o dei passati di verdura ne faccio sempre in abbondanza e li conservo in vasetti di vetro ( ottimi quelli da confetture ben sterilizzati) mettendoli sotto vuoto quando sono ancora caldi e conservandoli poi in frigorifero per almeno 3-4 giorni per avere sempre almeno una cena pronta!

La base della vellutata che vi propongo oggi, e fin’ora posso dire davvero la preferita da Tommy, è la zucca butternut cotta al forno che ho usato anche per la ricetta del cous cous speziato! La zucca è stata cotta al forno in modo molto semplice senza nessun tipo di condimento proprio perchè mi serviva come base per preparazioni diverse, ma se volete cuocerla con un filo di olio extravergine di oliva, del fleur de sel e un rametto di rosmarino sono sicura che entrambe le preparazioni successive saranno stupende e ancor più profumate!

Vellutata di zucca e latte di cocco

Una vellutata che ci proietta già nella stagione autunnale grazie alla combinazione di zucca e curcuma, perfetta da gustare appena tiepida e ottima come corroborante sia per i piccoli che per gli adulti di casa!

  • 1/4 zucca butternut cotta al forno
  • 1 zucchina
  • 1 porro ( la parte bianca)
  • 1/2 bicchiere di latte di cocco bio
  • 1/4 tsp curcuma in polvere
  • 40 g ceci cotti
  • sale (facoltativo)
  • olio evo
  • semi di sesamo neri
  • acqua o brodo vegetale

Affettate finemente il porro e la zucchina, tagliate a cubotti la zucca butternut e riunite le verdure e i ceci in una casseruola, coprite con acqua o brodo vegetale e portate a bollore; fate cuocere fino a che le verdure siano tenere; aggiungete la curcuma e il latte di cocco e frullate con un frullatore a immersione.

Regolate la consistenza aggiungendo poco altro brodo vegetale o acqua se dovesse essere troppo densa la crema.

Regolate di sale se lo utilizzate e prima di servire aggiungete un filo di olio extravergine di oliva a crudo e i semi di sesamo neri.

Servite aggiungendo un cereale cotto a vostra scelta

Ho profumato la vellutata con della curcuma, una spezia preziosissima per le sue meravigliose proprietà tra cui il fatto di essere un potente antiossidante e un antitumorale naturale, tanto da essere utilizzata moltissimo sia dalla medicina ayurvedica sia da quella cinese soprattutto per il suo potere di antinfiammatorio per il nostro organismo! Il principio attivo più importante è la curcumina, che recenti studi hanno dimostrato avere proprietà antitumorali, perché capace di bloccare l’azione di un enzima ritenuto responsabile dello sviluppo di diversi tipi di cancro. Questo principio attivo conferisce alla curcuma anche un’azione antinfiammatoria e analgesica, e per questo motivo è impiegata efficacemente nel trattamento di infiammazionidolori articolari ( fonte: Cure Naturali )

Il mio amore per le spezie è davvero sconfinato, adoro poterle utilizzare e sono super felice di essermi iscritta anche ad un workshop dedicato proprio alla cucina ayurvedica e al corretto uso delle spezie ospitato da La Rapa Cruda a inizio ottobre.

Il latte di cocco aiuta a rendere molto cremosa questa vellutata e conferisce un sapore naturalmente dolce che si sposa benissimo con le verdure presenti. ovviamente per rendere questa vellutata un piatto unico completo è necessario aggiungere un cereale, quello che più è di vostro gradimento, io ho scelto del riso jasmine che avevo fatto cuocere in precedenza.

Qui potete trovare un’altra ricetta che vede protagonista la zucca per una sontuosa vellutata!

Vi aspetto venerdì con l’appuntamento del Il Club Delle Polpette!

Hai deciso di preparare una delle mie ricette!? Fotografala e postala su instagram con l’ #easyandveggie e #thegreenpantry e taggami @gaia_thegreenpantry così posso trovare il tuo scatto e venire a ringraziarti e ricondividere sul mio profilo social!



1 thought on “Vellutata di zucca e latte di cocco”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *