Enjoy the green side of life

Sformato di cavolfiore: facile, veloce e goloso

Quando sono stata a Parigi lo scorso febbraio non o potuto ovviamente trattenermi da una visita molto lunga in una libreria piena zeppa di libri di cucina, il problema è che quelli che avevo adocchiato e che avrei voluto acquistare erano dei tomi così pesanti che non sarei riuscita a farli stare in valigia senza eccedere con il peso consentito dalla compagnia di volo! Prima di partire per tornare a casa ho però saccheggiato l’edicola dell’aeroporto e ho acquistato diversi magazine di cucina che qui in Italia non riesco a trovare! Nonostante io non parli francese ho sempre letto milioni di ricette in lingua originale sia nei libri che aveva in casa mia mamma, sia in rete nei vari siti come Saveur o Elle a La Table, per cui riesco a interpretare ciò che è scritto senza grandi difficoltà e laddove proprio non capisco alzo il telefono e chiamo mia mamma che parla francese da quando era giovane.

Leggi anche: Guida foodie di Parigi

In aeroporto l’attesa è stata più veloce del previsto ma sono riuscita a sfogliare il mio numero di Saveur in sala aspetto e non avendo i post it da poter incollare alle pagine delle ricette che più mi ispiravano ho piegato gli angoli delle pagine, cosa che non mi è mai piaciuta per tenere il segno ma in mancanza d’altro non volevo rischiare di dimenticarmi proprio quella bellissima ricetta che avevo appena letto e che ovviamente avrei voluto rifare seduta stante! 🙂 capita anche a voi di sentire la smania di mettere le mani in pasta esattamente quando siete lontane e sapete che per qualche giorno dovrete aspettare? A me sempre!

L’occhio mi è caduto sulla ricetta di questo sformato di cavolfiore: ho pensato che fosse una ricetta davvero perfetta per utilizzare questa crucifera in modo alternativo e ideale come piatto unico per un pranzo o una delle nostre cene sempre super veloci! Pochi ingredienti, pochi passaggi e poco sbattimento: il mio ideale di ricetta #easyandveggie. Una ricetta così facile e veloce che ha stupito sia il mio compagno sia Tommy che non essendo un gran mangione ha però apprezzato questo sformato, perchè il gusto e il profumo del cavolfiore si amalgamano davvero molto bene con tutti gli altri ingredienti e quindi non essendo prevaricanti riescono ad accontentare anche chi non ama particolarmente questo ortaggio.

Ormai i cavolfiori sono alla fine della loro stagione, li possiamo trovare ancora sui banchi del mercato e una ricetta come questa è perfetta per salutare la loro presenza e ringraziarli per averci fatto compagnia nel corso dell’inverno e cedere lo scettro di verdura principale a tutte quelle che in primavera iniziano ad essere le vere protagoniste (leggi qui per sapere quale sia la frutta e la verdura di stagione in primavera)

Passiamo alla ricetta, io non ho cambiato davvero nulla rispetto a quella che ho trovato sulla rivista Saveur, mi è piaciuta così tanto che l’ho rifatta già diverse volte, anche a Pasqua e l’ho proposta sia come antipasto che come piatto principale accompagnando lo sformato da una insalata verde.

Sformato di cavolfiore

Uno sformato di cavolfiore facilissimo da realizzare e perfetto per tutta la famiglia.

  • 300 g di cavolfiore in cimette
  • 300 g ricotta colata
  • 50 g parmigiano reggiano
  • 40 g fecola
  • 2 uova biologiche
  • 50 g burro
  • 1 tsp curcuma
  • sale e pepe

Preriscaldate il forno a 170*

Fate sciogliere il burro e nel frattempo frullate le cimette di cavolfiore fino a ottenere una consistenza molto fine, quasi come un cous cous.

In una capiente ciotola sbattete le uova con la ricotta, il parmigiano, la fecola e il burro fuso e intiepidito, regolate con sale pepe e curcuma e aggiungete le cimette tritate del cavolfiore.

Imburrate e infarinate (o rivestite di carta forno) uno stampo tondo da 22 cm e versate il composto. livellate leggermente e infornate per 45'.

Estraete dal forno e fate raffreddare completamente prima di consumare lo sformato.

Io vi consiglio di consumarlo il giorno dopo.

Di questo sformato ho apprezzato moltissimo il gusto morbido e avvolgente, davvero ricco ma non pesante; la curcuma oltre a regalare un bellissimo colore dorato alla preparazione con il cavolfiore si sposa davvero alla perfezione, e se volete osare potete aggiungere anche una nota di cumino o curry per aumentare ancor di più i profumi.

Leggi anche: Biriani con cavolfiore e Ragù vegan di cavolfiore.

Devo ancora fare qualche prova ma credo proprio che questo sformato possa essere un’ottima base di partenza da realizzare anche con altre verdure, magari sfruttando quelle primaverili e creando nuovi accostamenti e sapori, vi aggiornerò nel corso delle prossime settimane una volta che metterò a punto una ricetta ben calibrata! 🙂

Enjoy the green side of life!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *