Rob De Matt: food e promozione sociale nel cuore di Milano

Milano: amore e odio con questa città che per anni mi ha vista crescere. Sono nata e cresciuta alle porte di Milano per i miei primi 26 anni, poi ho conosciuto il mio attuale compagno e mi sono trasferita in Brianza, nel verde e lontano dal caos della metropoli. Milano è sempre nel mio cuore, l’ho amata con una passione sfrenata per tutti gli anni della post adolescenza, mi sembrava assurdo che si potesse anche solo pensare di vivere altrove, poi sono approdata in un micro paese in collina e ho cambiato completamente stile di vita passando dalle comodità che una grande città offre ad una quotidianità fatta di piccole cose che ha modificato anche la mia percezione del mondo e dei rapporti con le altre persone.

A quasi dieci anni di lontananza da Milano scopro che esistono sempre nuove zone che meritano di essere visitate e vissute, una di queste è il quartiere Dergano che fino alla scorsa settimana per me era solo uno dei tanti che animano la cartina della mia città; non ci ero mai stata e non avevo mai avuto occasione di frequentare nessun locale in quel quartiere fino a quando non ho conosciuto Myriam, si si la nostra super esperta di alimenti fermentati, che mi ha fatto scoprire grazie ai suoi racconti e alla sua quotidianità quanto una zona milanese possa essere un vero e proprio paese all’interno della grande città. A Dergano sembra di stare in un micro mondo che non ha quasi a che vedere con il resto di Milano, ci sono vie piccole piene di botteghe “come una volta”, piazzette in cui si respira ancora un’atmosfera conviviale in cui si conoscono davvero le persone che abitano le case e i palazzi circostanti, case di ringhiera dal fascino retrò che aiutano a creare un senso comunitario vivo e vivace. A Dergano la comunità locale ha particolarmente a cuore il proprio quartiere tanto da prendersene cura in prima persona e creare occasioni in cui trascorrere del tempo insieme, come feste nelle vie e riqualifica di tratti abbandonati.

A Dergano è nato anche un progetto legato alla promozione sociale e che gravita attorno al mondo del food che si chiama Rob de Matt. Sono venuta a sapere di questo locale sempre grazie a Myriam qualche settimana fa e grazie anche alla disponibilità della mia amica Silvia ho avuto occasione di pranzare presso il bistrot e ascoltare il racconto di Francesco, uno dei soci fondatori dell’Associazione di promozione sociale alla base del progetto. La mission di questa associazione è molto chiara:

Rob de Matt sostiene l’inclusione lavorativa di persone svantaggiate nell’ ambito della ristorazione attraverso corsi di formazione professionale il cui fine ultimo è l’inserimento nell’ organico del ristorante delle persone con disagio psichico o sociale che più hanno dimostrato interesse e abilità. Rob de Matt è un’associazione di promozione sociale, che promuove socialità, qualità della vita, cura e tutela dei più deboli, contrastando le situazioni di disagio.

Il percorso lavorativo alle spalle dei soci ha fatto in modo che le loro esperienze potessero fondersi e creare un nuovo format che unisse il lato conviviale che un locale sa fornire e al contempo anche la possibilità di dare nuove opportunità formative e lavorative a coloro che hanno bisogno di un re inserimento sociale fornendo loro competenze specifiche per potersi integrare nel mondo lavorativo.

rob de matt milano

La nostra esperienza a Rob de Matt è stata davvero molto interessante, il locale è situato all’interno dell’ex area delle Officine Guerzoni in cui ha sede principale l’associazione Amico Charly Onlus, e nella quale il bistrot ha un grande giardino di circa 600 mq e due grandi sale molto luminose e accoglienti; io e Myriam abbiamo scelto di pranzare all’esterno, sotto il tendone allestito nel centro del prato e condividendo il nostro tavolone con altre persone! La giornata era così piacevole che poterci accomodare all’esterno mi ha fatto rivalutare tantissimo l’estate milanese! Francesco ci ha accolte con grande energia e ci ha raccontato del suo percorso lavorativo e quali fossero gli obiettivi che lui e i suoi soci si sono prefissi per il locale, tra questi c’è anche la nascita del loro Alveare grazie al quale si fanno promotori di una spesa responsabile e a KM0.

Leggi anche -> Come vivere green: cinque trucchi pratici per vivere green

Nell’articolo che vi ho linkato qui sopra potete trovare nel dettaglio la definizione di Alveare e quale sia la differenza fra questo e un GAS, sostanzialmente gli alveari sono una nuova rete che permette di avere un punto di incontro fra fornitori e consumatori: il gestore dell’alveare sceglie i propri fornitori fra tutti quelli che sono iscritti alla piattaforma e decide un giorno della settimana in cui effettuare la consegna dei prodotti che i consumatori possono acquistare direttamente online. La comodità è che la spesa è possibile direttamente attraverso la pagina dell’alveare a cui ci si iscrive come clienti, e si può andare a ritirare di persona nel giorno/orario prestabilito dal gestore dell’alveare: un punto a mio avviso davvero molto importante in questa modalità di spesa sostenibile e consapevole è che il produttore solitamente è sempre presente al momento della consegna dei prodotti e questo permette di creare un rapporto reale tra produttori e consumatori.

I ragazzi di Rob de Matt hanno aperto ufficialmente il loro alveare da meno di un mese e hanno selezionato con molta attenzione i produttori/fornitori: qui trovate tutte le informazioni se foste interessate a iscrivervi all’Alveare Dergano. Se abitassi ancora alle porte di Milano sarebbe fantastico poter fare la spesa e andarla a ritirare potendo magari abbinare anche un piacevole aperitivo nel loro spazio all’aperto! 😉

rob de matt milano

in foto: vellutata di carote, insalata e tzatziki 

Nonostante la giornata fosse calda io ho scelto di assaggiare una buonissima vellutata di carote e Myriam mi ha fatto compagnia con una super insalatona colorata e molto invitante, poi ci siamo deliziate con uno tzatziki che era davvero eccezionale, buono così ricordo di averlo mangiato solo in Grecia durante le vacanze estive di tanti anni fa. La proposta del menù di pranzo prevede pochi piatti ben selezionati tra cui primi e secondi anche in versione veg friendly; parte del giardino è stata dedicata alla creazione di un orto a coltivazione biologica che fornisce al locale una buona quantità di verdure da poter utilizzare per la realizzazione dei piatti che compaiono nel menù, come appunto l’insalata: la possibilità di avere una produzione così a portata di mano ovviamente aumenta anche la qualità dei piatti che lo chef propone quotidianamente e inoltre trovo che sia un valore aggiunto poter pranzare e vedere di persona da dove provengono alcune delle materie prime utilizzate per i piatti scelti.

rob de matt milano

 

Il giardino di Rob de Matt è decisamente kid friendly, i bambini hanno a disposizione davvero molto spazio per poter giocare all’aperto, ovviamente sotto la supervisione dei genitori che riescono a godersi una o due ore per fare un aperitivo in compagnia con il piacere di vedere anche i propri bimbi non costretti a stare seduti a tavola ma liberi di poter godere del contatto con la terra e uno spazio a loro dedicato in piena sicurezza.

Le attività di Rob de Matt sono strettamente legate ad altre associazioni del territorio, grazie alle quali nascono sinergie e scambi interessanti che permettono di creare iniziative ed eventi molto particolari, per questo vi invito a visionare la pagina Facebook di Rob de Matt per essere sempre aggiornate su tutto quello che di interessante e bello accade al locale!

Rob de Matt

Via Enrico Annibale Butti, 18
C/o L’amico Charly
20158 Milano

Contatti:

Prenotazioni: 388.44.61.762
Segreteria: 320.46.72.408
Email: info@robdematt.org

Social:

Facebook: ROB DE MATT MILANO

Instagram: @ROBDEMATTMILANO

Enjoy the green side of life!



2 thoughts on “Rob De Matt: food e promozione sociale nel cuore di Milano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *