Meat Free Monday: la panzanella di Giulia

Una sera della scorsa settimana, dopo aver messo a letto Tommy, mi sono sdraiata accanto a lui e ho iniziato a leggere uno dei libri di cucina di Giulia dal titolo “Cucina da chef con ingredienti low cost” che ho acquistato in formato kindle. Di solito i libri di cucina amo sfogliarli a mano, leggerli una volta, riporli sullo scaffale della mia micro libreria e poi riprenderli quando sento che sono “ispirata” ( che parolone grande!) per poter realizzare una ricetta tratta proprio da quel libro; mi capita anche di cercare sempre nuove ricette in rete, soprattutto cercando su due o tre siti stranieri che negli anni per me sono diventati veri e propri tesori perchè ogni volta che spulci nel loro database trovo sempre quello che mi serve; il libro di Giulia è capitato in formato digitale in un momento in cui stavo già acquistando altri libri per le letture estive e così è finito nel carrello virtuale di amazon!

L’ho letto tutto alla luce della torcia, come fossi stata in una tenda da campeggio invece che nel mio letto di casa perchè, complice un pazzesco temporale, siamo rimasti senza corrente in tutto il paese per diverse ore e io ormai avevo perso il sonno. Ho scelto qualche ricetta da preparare, come sempre mi sono appuntata quelle che maggiormente rientrano fra le proposte in linea con la mia alimentazione, e il giorno dopo alla luce del sole con la corrente ripristinata e tutto tornato alla calma di una normale giornata estiva, ho preparato la prima ricetta tratta appunto dal suo libro: una semplice panzanella.

La panzanella di Giulia

  • 1-2 panini secchi o 180 g pane secco
  • 3-4 pomodori maturi
  • 1 zucchina piccola a cubetti
  • 1 scalogno affettato sottilmente
  • basilico e menta freschi
  • 100 g tofu affumicato a cubetti
  • sesamo o pinoli tostati
  • olio extravergine
  • sale

Rompete il pane e mettetelo in una ciotola, irroratelo con acqua tiepida e lasciatelo ammorbidire.

Preparate i pomodori, lavateli e tagliateli in cubetti piccoli, disponeteli in una ciotola e conditeli con sale e olio, basilico e menta così che inizino a rilasciare la loro acqua;

In una padella scaldate un filo di olio e saltate a fuoco vivo i cubetti di zucchina, devono rimanere croccanti, tenete da parte e fate intiepidire; nella stessa padella tostate anche i cubetti di tofu affumicato;

Riprendete il pane e sbriciolatelo con le mani;

Unite tutti gli ingredienti in una terrina e mescolate molto bene; coprite con pellicola e fate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti, meglio 1h.

Estraete dal frigo e lasciate qualche minuto a temp ambiente, servite la panzanella con il sesamo o i pinoli tostati.

La panzanella la mangio ogni volta che riesco ad andare in Toscana, la adoro tanto quanto la pappa al pomodoro, la ribollita e zuppa di farro; sono tutti piatti poveri, preparati con pochi ingredienti, semplici e davvero gustosi! La panzanella è a tutti gli effetti un ottimo piatto unico, equilibrato e nutriente! Io ho ulteriormente aggiustato la ricetta di Giulia, aggiungendo dei cubetti di tofu per apportare anche la parte proteica che nella versione originale non compare, così abbiamo potuto mangiare una signora panzanella che fosse completa e fresca.

Ho pensato che fosse una ricetta perfetta per l’ultimo  prima di una breve pausa estiva; agosto è il mese in cui tutto rallenta per cui anche io posterò con meno frequenza rispetto al solito ma non vi abbandono di punto in bianco; e soprattutto agosto è il mese di piena maturazione dei pomodori che insieme al pane secco e a dell’ottimo olio extravergine di oliva sono i protagonisti della panzanella! Mi piace sempre l’idea di non sprecare nulla e credo che questo punto sia fondamentale anche nella filosofia del “lunedì senza carne” perchè è un modo per valorizzare ingredienti semplici che non necessitano necessariamente di grandi lavorazione per esprimere quanto di meglio la natura abbia regalato loro! Quanto sono buoni i pomodori maturi, raccolti magari nel proprio orto o regalatici da amici e parenti che hanno la possibilità di coltivarli senza trattarli con nessun tipo di insetticida o altro fattore chimico che li danneggi!? Il loro profumo, il loro sapore sono già stupendi così da soli magari conditi solo con un filo di olio e poco sale, immaginateli in una ciotola a rilasciare il loro naturale sughetto che poi sarà il condimento perfetto per il pane secco a cui daremo una seconda possibilità invece che finire nel cestino della spazzatura ” perchè tanto è solo pane”!

La panzanella si presta a tante aggiunte, ovviamente considerate che più ingredienti decidete di aggiungere e più sarà un piatto ricco anche del punto di vista nutrizionale, il mio consiglio è quello di scegliere una sola fonte proteica, che siano legumi o tofu o un pezzo di feta o altro formaggio a vostra scelta e non mescolare proteine di fonti diverse, potete ovviamente sbizzarrirvi con la quantità di basilico menta o altra erba fresca di vostro gradimento e aggiungere magari qualche cubetto di melanzana o peperone per esaltare ancora di più i profumi del piatto!

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *