Hummus di ceci con scarti dell’estratto

Il mio mese vegan sta procedendo senza grandi intoppi, l’unico che ho avuto fino ad ora è stato il pranzo della scorsa domenica quando siamo stati ospiti dei nostri amici in Valtellina e siamo usciti tutti insieme a mangiare in un agriturismo dove il piatto più vegano a disposizione erano gli sciatt serviti con insalata.

Onestamente mi sono trovata davvero in seria difficoltà nel trovare qualcosa che non navigasse in mezza tonnellata di burro o che non comprendesse salumi, insaccati e stufati di vario genere, per cui devo essere onesta e ammettere che ho pranzato con i pizzoccheri, ma ahimè avevo già messo in conto che avrei trovato difficoltà nel trovare un piatto che non fosse solo della semplice insalata da poter consumare ( e no, la sola pasta al pomodoro non era contemplata perchè in ogni caso proponevano solo pasta fresca all’uovo!)

Una volta tornata a casa mi sono rimessa nei ranghi e ovviamente gestendo in piena autonomia i miei pasti non ho nessun problema!

La ricetta che vi propongo oggi è una nuova variante dell’hummus di ceci che potete leggere in questo postSe seguite il mio profilo instagram sarete super aggiornati su tutti gli estratti che io e le mie amiche Cristina, Valentina e Stella proponiamo ogni martedì con l’ #unestrattoalgiorno e giusto ieri ne abbiamo postato uno ciascuna che prevedeva come ingrediente comune i kiwi.

Il mio estratto era davvero una bomba di vitamine ed energia, sono giorni in cui le mie difese immunitarie sono sotto zero e quindi mi aiuto a ritrovarle grazie anche a ciò che consumo durante la giornata e un estratto è sempre un ottimo mezzo per avere benefici! Gli ingredienti del mio estratto erano: mela verde, kiwi gold, finocchio e cavolo nero ( di quanto sia importante il cavolo nero ne abbiamo parlato in questo post qualche settimana fa e fino alla fine dell’inverno posterò altre ricette che lo prevedono), ho voluto tenere da parte gli scarti di questa preparazione per poterli riutilizzare per la preparazione dell’hummus che io tanto adoro e faccio davvero molto spesso, sia partendo dai ceci secchi lasciati in ammollo, sia da quelli già cotti biologici che si trovano in commercio e molte volte sono pratici se non si ha tempo di rispettare l’ammollo e la lunga cottura. Oltre agli scarti ho voluto tenere da parte anche l’acqua di conservazione dei ceci ( per questo scelgo sempre ingredienti biologici) per usarla per la preparazione di una meringa, no non stranitevi anzi resterete sorpresi di sapere che con questa acqua chiamata “aquafaba” si possono realizzare tantissime preparazioni, soprattutto dolci per le quali normalmente vengono usati gli albumi, ma questo sarà un argomento che affronteremo più avanti in vista del Natale!

Hummus di ceci con scarti dell'estratto

  • 250 g ceci cotti
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiai di tahina
  • succo di 1/2 limone
  • sale
  • Scarti dell'estratto preparato con:
  • 1 mela verde
  • 2 foglie di cavolo nero
  • 1 kiwi golc
  • 1 finocchio

Preparate l'estratto pulendo bene gli ingredienti ed eliminando torsolo, bucce e la parte dura del cavolo nero, inserite gli ingredienti nell'estrattore alternando la frutta e la verdura e tenete da parte gli scarti mano a mano che fuoriescono dalla bocchetta apposita.

Preparate l'hummus frullando tutti gli ingredienti insieme fino a ottenere un composto cremoso, se fosse necessario aggiungete altro olio a filo oppure poca acqua alla volta per ottenere una consistenza morbida.

Regolate di sale e servite con crostini di pane o con "nachos" di mais senza glutine.

La preparazione di questo hummus con scarti dell’estratto è davvero super facile e una volta pronto lo potete consumare sia come aperitivo goloso servito con gallette di mais senza glutine (come ho fatto io con questi trangolini di galletta), sia spalmato su fette di pane tostato, sia come dip per un pinzimonio! Io normalmente quando preparo l’hummus ho sempre il mio piccolo toddler che mi vuole aiutare così tra una frullata e l’altra glielo faccio assaggiare e lui ne mangia almeno tre cucchiaiate, è sempre una buona merenda anche per i bambini, diversa e decisamente molto più salutare che non una merendina confezionata!

Ci sono tantissimi modi per non buttare gli scarti dell’estratto, si possono usare anche per un plumcake o per dei muffins, oppure per realizzare dei cookies vegan facendoli essiccare!

The Green Pantry Newsletter

Se non utilizzate l’estrattore ma avete una centrifuga potete lo stesso utilizzare gli scarti facendo attenzione a strizzarli leggermente.

Preparate una delle mie ricette, non dimenticatevi di taggarmi nei canali social e usare l’ #thegreenpantry e #easyandveggie così che io possa trovare i vostri scatti e condividerli sia su instagram che sulla pagina facebook!

Enjoy the green side of life!



2 thoughts on “Hummus di ceci con scarti dell’estratto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *